Mondo donna.

UN ANNO MAGICO E RICCO INSIEME A VOI.
Siamo quasi al termine di un anno che è stato magico per l'Accademia Micaf.
  • C'è chi sta dando una svolta lasciando lavori svalutanti per andare verso una propria realizzazione dando finalmente voce alla propria voce.
  • C'è chi sta trasformando il proprio modo di comunicare rinforzando la propria autostima e coltivando la fiducia in sé stessa.
  • C'è chi ha deciso in modo coraggioso di salire su treni diversi con direzioni diverse e in modo consapevole sta dando ordine, metodo e importanza alla propria vita.

Età diverse. Città diverse. Storie diverse. Ma tutte unite da un grande cuore.

 Sono loro le vere protagoniste del successo dell'Accademia Micaf che ho fondato in favore di tutte le Donne.

 

Grazie a tutte voi. Siete pura speranza.

 

https://youtu.be/ycjuR1SS-TQ

 

Ti sei mai chiesta come sarebbe se............................

 

Gloria Chiarini, mental coach per Donne


Mamme, donne e uomini.

 

mamme, donne e uomini, gloria chiarini, micaf
mamme, donne e uomini, gloria chiarini, micaf, formazione, crescita personale, lavoro

Per la prima volta mi trovo a scrivere degli uomini all'interno di un articolo il cui focus resta la valorizzazione del genere femminile. 

Mamme, donne e uomini.

Ho scelto con sicurezza, determinazione e passione di dedicarmi alle donne, non perché ritengo che la donna sia superiore all’uomo e non perché sottovaluto l'importanza dell'uomo, ma anzi, credo che la donna sia la chiave del cambiamento e sono certa che grazie al  lavoro che può fare su si sé potrà ispirare e guidare anche quell’ energia maschile che è complementare all'energia femminile e che insieme creano la vita stessa.

Essere donne, mamme e lavoratrici è un'impresa nell'impresa e avere al fianco uomini illuminati diventa esaltante e motivante per tutte noi!

Sicuramente nell'ambito lavorativo si intrecciano  in modo importante la vita familiare e personale. Gli impegni nel gestire una propria attività, la difficoltà nel restare in aziende le cui realtà sono vecchie e superate, piuttosto che il dover coordinare le attività quotidiane di una casa e di una famiglia, convincono spesso la donna a rinunciare ai propri sogni e ai propri desideri, complici la mancanza di tempo e un retaggio culturale educativo ancora intimamente  ancorato nella vita e nell'anima della donna.

coaching donna, crescita personale, micaf, accademia per donne
gloria chiarini, coaching donna, micaf, accademia per donne, mental coach

Quello che noto nelle sessioni di coaching con donne e  professioniste che si rivolgono a me per capire come superare paure, ansie, limiti, convinzioni e per avere un metodo efficace al rinforzare la fiducia in sé stesse è che uno dei il blocchi più imponenti è l'assenza di un uomo che le sappia sostenere, incoraggiare  e riconoscerne il valore perdendo così egli stesso l'opportunità di ricevere quell'amore che tanto teme di perdere all’idea che la propria compagna realizzi il sogno della propria vita. L'elemento che può destabilizzare un uomo è vedere che la propria donna cambia col trascorrere del tempo dimenticandosi che il cambiamento è parte integrante della vita stessa di un essere umano. 

Restare “tali e quali” equivale a cessare di vivere precludendosi la grande opportunità di guardare, di imparare, di conoscere, di crescere e di diventare migliori:  dovrebbe essere lo scopo della vita di ognuno di noi, ma in realtà il cambiamento della propria compagna fa paura forse ancora di più del proprio cambiamento. Viene percepito in modo distruttivo: genera insicurezza, confusione, dubbi,  “film mentali” inesistenti. E’ l'inizio di una fine preannunciata. Io stessa l’ho vissuta in prima persona quando decisi di realizzarmi professionalmente all’età di 44 anni.

Nulla di quello che scrivo è letto sui libri ma è parte del mio vissuto e delle storie di tante mie clienti.

Una donna felice è una donna migliore, una moglie migliore, una mamma migliore e una compagna che resterà accanto al proprio uomo per il resto della propria  vita con infinita gratitudine, gentilezza,  amorevolezza e stima nei confronti di un uomo che ha saputo amarla e valorizzarla al di là di quello che riteneva giusto e oltre le proprie convinzioni.

La versatilità e la capacità di organizzare le nostre giornate quando ci sentiamo appagate ha dell'immaginabile!

Una donna felice,

  • è una donna che si sveglia ogni mattina con entusiasmo,  
  • è una donna che sorride, 
  • è una donna che racconta la propria vita al mondo, 
  • è una è una donna che ispira i propri figli, 
  • è una donna che sostiene il proprio compagno, 
  • è donna fedele e grata. 
  • E’ una donna forte e coraggiosa capace di guidare, di ascoltare e di comprendere con pazienza.

Una donna realizzata professionalmente è una donna che risuona nella gioia ed è contagiosa in ogni ambiente. 

Una donna che si sente realizzata, è  capace di magie nella propria quotidianità: dedica spazio e tempo al proprio uomo e educa alla libertà individuale.

 Tutto questo diventa possibile grazie allo stato emotivo che risuona nel proprio cuore e alla sensazione che nutre la propria anima: la sensazione di essere vista, capita, riconosciuta e valorizzata per quello che è e non per quello che fa. 

L'idea più frequente e più comune è che si possa essere o una donna in carriera o una buona madre  e che le due cose non possano essere affiancate.

Invece alcuni studi hanno dimostrato che le madri lavoratrici sono più intuitive nel prendere di petto le situazioni di difficoltà e questo proprio grazie alla loro predisposizione in quanto madri. 

 

mamme, donne, chiarini gloria, lavoro, realizzazione personale
micaf, gloria chiarini, formazione donna, mamma, impresa, lavoro, donne e uomini

Diventare madri è un privilegio, un mistero e allo stesso tempo è una magia. Mettere al mondo un figlio è un'esperienza unica e potente. Quando gli occhi di una madre incontrano gli occhi del proprio figlio appena nato, il mondo si racchiude in quello sguardo e nulla sarà più importante. Ma questo non significa che parallelamente una donna non possa realizzarsi professionalmente e possa dedicarsi come faceva prima, se non meglio, alla propria attività e al proprio uomo, il quale, dovrà egli stesso capire che nulla sarà come prima ma molto meglio!

Egoismo ed egocentrismo non sposano la buona riuscita di una famiglia.

Il tempo sarà distribuito in modo diverso: una piccola vita dipende dalla coppia genitoriale e la stessa felicità di mamma e papà contribuisce alla felicità  di quel bimbo o bimba.

Eppure molte donne si trovano a fronteggiare pregiudizi  e convenzioni vecchie e limitanti. 

Sono quelle stesse convinzioni che tolgono alla collettività la possibilità di vivere in un mondo migliore in cui la libertà di esprimere se stessi vince l'egoismo di definire cos'è giusto e cosa non lo è  per la vita altrui.

donne e uomini, lavoro, donne, gloria chiarini, mamme
donne e uomini, lavoro, donne, gloria chiarini, mamme, micaf, accademia per donne

Le mamme lavoratrici si ritrovano a dover gestire le emergenze familiari. Questo perché nella maggior parte dei casi gli uomini ritengono che “certe mansioni” come ad esempio il cambio del pannolino la notte, le riunione scolastiche, le lavatrici di casa, il pranzo o la cena da organizzare piuttosto che la visita dal pediatra siano compiti esclusivamente femminili. 

Sia chiaro: laddove è possibile condividere la gioia nel mantenere i ruoli tradizionali è bello ma mi chiedo..

  • potrebbero unirsi ruoli tradizionali ai ruoli più attuali in cui anche la donna possa sentirsi sostenuta e insieme vincere nella comunicazione e nella crescita dei propri figli?

E ancora, laddove è la donna che agisce, è possibile avere accanto un uomo che semplicemente le chieda: “hai bisogno di aiuto? “ o le dica: “sei davvero in gamba. Ti amo.”

E invece no. Nella maggior parte dei casi l’uomo è pieno di aspettative legate ad una tradizione che confina la donna senza darle lo spazio per occupare  il proprio posto sul palcoscenico della vita. Quel palcoscenico i cui spettacoli sono straordinari proprio per la partecipazione di più parti. 

 

donne e uomini, mamme, gloria chiarini, micaf
donne e uomini, mamme, gloria chiarini, micaf, lavoro

 Ma come sarebbe stato se….

  • ci fosse stato più rispetto e se il proprio compagno valorizzasse la propria compagna come egli stesso vorrebbe sentirsi valorizzato?

"Ama il prossimo tuo come te stesso” recitava un  vecchio "saggio."

E come sarebbe….

  • se la donna sentisse importanti le proprie idee e le proprie opinioni anziché sentirsi giudicata o sminuita? 
  • Se si sentisse amata incondizionatamente? Quando poni delle condizioni alla tua donna, limiti l’amore stesso.  
  • Se tu ti fermassi un po' più spesso ad ascoltarla in modo attivo, facendole delle domande per creare una conversazione propositiva e costruttiva anziché giudicante? 
  • Se tu la considerassi “meno scontata”, meno ovvia? 
  • Se tu la apprezzassi ogni giorno nelle più piccole cose anziché 

“abituarti alle piccole cose”?

Lei è la madre dei tuoi figli, ti ha scelto, ti ha voluto, l'hai scelta, l'hai voluta.

Ma è innanzitutto un  essere umano. 

Le persone cambiano. 

Le situazioni cambiano, la vita stessa cambia. Adattarsi al cambiamento pare essere il modo più intelligente che unisce persone intelligenti nel vivere la meravigliosa esperienza chiamata Vita. Ancor di più quando si è genitori.

Tocca a noi donne chiederci come poter contribuire a costruire quel pezzettino di mondo in cui i nostri figli possono manifestare i propri talenti   in modo sicuro e autentico. 

Tocca a noi donne prendere decisioni importanti e talvolta scegliere una strada piuttosto che un'altra anziché restare confinate in ambienti e situazioni che fanno vivere una vita diversa da quella che si vorrebbe.

Toccano ad ognuna di noi vivere al meglio il proprio ruolo insieme al dono della maternità. 

Essere madre non significa solo cambiare pannolini, scaldare biberon o litigare con gli omogeneizzati. Quello è solo l’inizio.

Essere madre significa cambiare la propria vita, il proprio tempo e il proprio modo di pensare per i propri figli.

 

Felice festa della mamma.

8 Maggio 2022

Gloria Chiarini, mamma e mental coach per donne.  Cell. 3282560986

https://youtu.be/DYFXFpFLLb8

 

gloria chiarini, donne, micaf, accademia per donne, coaching donna
gloria chiarini, donne, micaf, accademia per donne, coaching donna

 


Auguri a tutte le donne e a tutte le mamme

Auguri a tutte le donne e a tutte le mamme.

Donne e Madri che insieme creano.

Essere donne felici e sentirsi realizzate significa essere mamme felici e far vivere la propria maternità in ogni dove e in ogni sua forma.
Essere donne felici e sentirsi realizzate significa essere mamme felici e far vivere la propria maternità in ogni dove e in ogni sua forma.
Nel video parlano alcune delle donne che hanno scelto di regalarsi i percorsi dell'accademia Micaf   https://www.facebook.com/groups
Sono loro le vere protagoniste e testimoniano come la condivisione resta uno strumento potente di sorellanza e di crescita personale!

 

Auguri dallo staff Micaf! Gloria, mental coach per donne.  Cell. 3282560986
gloria chiarini, micaf, accademia di coaching per donne
micaf, gloria chiarini, formazione per donne, impresa e lavoro

 

 


Donne di 50 anni che vincono

Ripartire a 50 anni

Negli ultimi anni sono tantissime le donne che hanno perso il proprio lavoro. Numerose sono le donne che ho seguito nei propri percorsi di coaching e che sono arrivate in sessione con la paura e la confusione nel cuore. A 50 anni la percezione della propria vita è completamente diversa. Sai cosa vuoi, sai cosa ti piace, scopri lati del tuo carattere che vorresti valorizzare e difficilmente accetti compromessi a lungo termine. Come se non avessi più nulla da perdere.

Eppure fare quel primo passo è sempre difficile.

La fanno da padrona la paura di restare sola, di affrontare difficoltà economiche magari oggettive, di sentirti dire: "alla tua età chi vuoi che ti assuma".  E forse hanno ragione ma forse no!

Ho imparato che la responsabilità della buona riuscita della propria vita e dei nostri 50, 60, 70 anni non dipende dalle opinioni della gente ma dall'opinione che abbiamo di noi stesse.

Ripartire a 50 anni: una lotta anche psicologica

Il lavoro, oggi, è un valore centrale nella vita di una donna non solo come mezzo di sostentamento economico ma anche come strumento di espressione e realizzazione personale e sociale.

Il disagio provocato dalla sua perdita in età matura viene vissuto per certi aspetti con maggiore intensità rispetto a quello giovanile sia per le caratteristiche di questa delicata fase della vita sia per la consapevolezza delle difficoltà che s’incontreranno nel mettersi in gioco e ricominciare. La seconda età adulta per noi donne (dai 45 ai 65 anni) infatti, è già caratterizzata da importanti cambiamenti dal punto di vista fisico e psico- sociale. Facciamo un po' il bilancio personale su ciò che si è realizzato per sé, per la propria famiglia, sui progetti portati a termine e su quelli ancora in corso, sui propri successi o fallimenti a livello sociale, personale e in campo lavorativo.

Anche i cambiamenti fisici (menopausa nelle donne, perdita di capelli, la comparsa di rughe etc), sono fonte di stress, ansia o malinconia.

Si è più vulnerabili. E' più facile rimettere in discussione aspetti di sé anche attraversando un periodo di crisi che può avere un forte impatto psicologico: molto dipende da chi la vive e da come la si affronta.

Rimettersi in gioco vuol dire fare i conti con una realtà sociale e lavorativa poco interessata ad investire su donne di 50 anni o con più di 50 anni di età, seppur competenti e significa gestire l’incertezza e l’instabilità nella ricerca di un posto di lavoro in cui l’assenza di opportunità e l'assenza di risposte disorientano mettendo sempre più sotto pressione la donna riguardo al proprio futuro.

Vuol dire altresì, vincere il timore di cambiare attività lavorativa e di svolgere nuovi incarichi, consapevoli di trovarsi spesso in competizione con giovani ambiziosi . Tutti aspetti che contribuiscono a minare la propria autostima e l’affermazione personale considerando che a quest’età si sente maggiormente il bisogno ed il desiderio di mantenersi attivi e di essere utili non solo a stessi ma anche alle generazioni future.

Ripartire a 50 anni è possibile

Considerando quanto detto, ripartire a 50 anni è certo difficile ma non impossibile! Lo sprint migliore per mantenere alta la motivazione è agire con determinazione e fiducia nelle proprie capacità ricordando la donna che sei stata!

Ricorda le tue potenzialità e investi su di te

Fai un elenco delle tue competenze e risorse personali (contatti compresi). L’obiettivo è quello di potenziare o colmare eventuali gap formativi restando in linea con le richieste del mercato del lavoro, ampliare le opportunità da valutare, dare rilevanza a quelle proposte in cui viene considerata adeguatamente la propria situazione contributiva ai fini pensionistici. (Ogni età ha i suoi vantaggi!)

Il tuo cavallo vincente: l'esperienza maturata

L’esperienza che hai acquisito con la precedente occupazione lavorativa è il tuo cavallo vincente su cui puntare. Aver lavorato come dirigente in settori specifici, saperti relazionare con il pubblico o con i clienti, sono elementi che spesso nel processo organizzativo di un’azienda rappresentano un punto di riferimento importante in termini di tempo e denaro su cui vale la pena investire. E se decidi di aprire un'attività realizzando il sogno ella tua vita, fallo! Hai tutta l'esperienza dalla tua parte!

Non sempre però le opportunità piovono dal cielo: bisogna crearsele!

Reinventati nella piena fiducia di te stessa

Reinventarsi escogitando nuove soluzioni è un’altra possibilità da non sottovalutare per ripartire a 50 anni, riconquistando un posto nel mercato del lavoro. Ciò dipende molto dalle proprie inclinazioni, da ciò che ti piace fare! Puoi decidere di avviare una tua professione, o di trasformare un hobby in una attività lavorativa. La passione per la fotografia, per la cucina, per il cucito, la cura di sé per il fai da te possono essere il primo passo per un nuovo inizio.

L’importante è credere in te stessa.

Questo è quello che ho fatto io e che auguro a te se sei una donna come me. Tu sei unica e speciale. Lo puoi fare.

Oggi 15 marzo, compio 51 anni e il mio desiderio è di vedere sempre più donne felici e consapevoli del proprio valore.

Con affetto, Gloria.

 


Donne leader

 

Donne leader

Una cosa è certa: il mercato di oggi viaggia sull'onda dell'incertezza.

E allora,

  • come diventare una leader efficace a cui ispirarsi con fiducia?
  • Come dare stabilità al proprio business?
  • Come farti percepire credibile altamente competente?
  • Come ispirare, incuriosire e attrarre clienti?
  • Come sentirti sicura in un mare di insicurezza?
  • Come realizzare un adeguato fatturato emozionale ed un altrettanto ricco fatturato economico?

Nel gruppo privato Micaf (l'Accademia che ho fondato e che è riservata esclusivamente alle donne) ho evidenziato le prime due soft skill necessarie per una leader efficace: la fiducia e l'autenticità. (Accedi gratuitamente al gruppo e scopri contenuti ricchi di formazione al femminile). (https://www.facebook.com/groups/897439591041344 )

Oggi scopriamo insieme altre due competenze necessarie per sentirti riconosciuta come una leader efficace:

  • l'empatia;
  • l'intelligenza emotiva.

I concetti di empatia e intelligenza emotiva sono assimilabili: sono competenze che alcune donne posseggono dalla nascita, ma che possono anche essere acquisite e allenate.

Leader motivanti e ispiranti. 

Per essere una leader motivante ed ispirante è necessario che tu abbia la capacità di riconoscere le emozioni dei tuoi collaboratori e clienti avendo chiara la comprensione degli effetti di ogni azione, decisione o avvenimento.

E' necessario generare un clima favorevole e allo stesso modo sentirti preparata nel gestire qualsiasi situazione con efficacia.

  • L’assenza o la scarsa empatia può causare un calo della motivazione nel gruppo di lavoro, della fiducia reciproca e della qualità della performance.
  • L’assenza o la scarsa empatia può allontanare clienti nuovi e già conquistati.

Nella maggior parte dei casi si tratta più di una mancanza di esperienza nel praticare l’intelligenza emotiva nell’ambiente di lavoro o della mancanza di strategie concrete ed efficaci.

  • coinvolgere emotivamente i tuoi collaboratori;
  • supportarli e rafforzare lo spirito di squadra;
  • attenzionare i tuoi clienti con professionalità.
  • Pianificare con metodo e disciplina.
  • Gestire il TUO STATO EMOTIVO IN QUANTO LEADER E CAPOGRUPPO!

IL 22 MARZO alle ore 18.30, E' PROGRAMMATA LA FORMAZIONE ON LINE DEDICATA AL TEMA DELLA LEADERSHIP E AL COME DIVENTARE UNA LEADER CERTA PUR IN UN MERCATO INCERTO!

"Scopri come diventare una leader efficace nella tua professione e come diventare la miglior leader di te stessa!

Scrivimi in privato per avere info e prenotare da subito il tuo posto riservato!

DUE I REGALI A TE RISERVATI!

  1. La dispensa completa sulla leadership che ho scritto personalmente e che diventa Tuo materiale di formazione da rivedere e approfondire per sempre.
  2. Ricevi una sessione gratuita di 30' in cui fare una prima analisi specifica del tuo business.

Quota di iscrizione euro 27.00 - Durata due ore.

AFFRETTATI A PRENOTARE DUE ORE IN FAVORE DEL TUO SUCCESSO E DELLA TUA LIBERTA'!   - Felice settimana. Gloria - 3282560986

https://chiarinigloria.it/masterclass/

Se invece non ti è possibile partecipare alla serata formativa, scrivimi e fissiamo insieme un primo appuntamento conoscitivo.

Gloria - 3282560986


Volti le spalle a te stessa?

 

 

VOLTI LE SPELLE A TE STESSA?

La fiducia in noi stesse è il valore, il giudizio e la sicurezza che abbiamo delle nostre capacità di compiere azioni e in generale di vivere liberamente la nostra vita. È evidente quindi che una scarsa sicurezza in noi stesse ci limita e ci rallenta quando cerchiamo di raggiungere un obiettivo, qualunque esso sia.

La  maggior parte delle donne con cui ho lavorato e che hanno ottenuto risultati eccellenti mancavano di fiducia in sé stesse: delusioni, difficoltà economiche, solitudine e mancanza di autostima sono le mine più pericolose per mettere in pericolo la fiducia in sé stesse e delle proprie capacità.

La mancanza di autostima non si traduce però in un una  totale assenza di autostima ma nell'incapacità di credere in sé stesse, di decidere in proprio favore soddisfacendo i propri bisogni indipendentemente da fattori o da persone esterne. Il  prezzo da pagare si traduce nella rinuncia ad una vita libera e pienamente realizzata, ricca d'amore e di successo.

Osserva le persone attorno a te: hai notato quante di loro vivono al di sotto del proprio potenziale espressivo? Tu stessa stai vivendo al massimo del tuo splendore e delle tue possibilità?

 Tantissime donne e tu stessa puoi avere dalla vita molto più di quello che ottieni ora. Te lo sei mai chiesta?

Ti accontenti di un secondo posto in una gara dove dimentichi che l'unica partecipante in gara sei TU! Ci sono donne che ammainano la vela e che hanno un mare di infinite possibilità ma rinunciano a navigare in mare aperto!

VOLTI LE SPALLE ALLA PAURA MA ANCHE ALLA TUA POSSIBILITA' DI REALIZZAZIONE!

E dietro l'incapacità di guardare negli occhi le proprie paure c'è sempre, sempre, sempre la mancanza di fiducia in sé stesse.

Ecco perché quando trovi una persona che ha trovato il suo "centro" e che vive una via piena, ricca e gioiosa noti da subito la sicurezza in sé stessa, in quello che fa, in quello che dice , in quello che pensa e percepisci subito una forza magnetica.

Ti piacerebbe essere quella persona? Non lei! Ma godere della stessa sicurezza, dello stesso entusiasmo e magari degli stessi risultati?

 

La fiducia in se stesse è una delle più grandi potenze per raggiungere il successo in qualsiasi campo della vita. La mancanza o la  scarsa fiducia in te stessa è il motivo per cui le risorse disponibili vengono ripartite a favore di chi ne ha di più ovvero il motivo per cui chi vive la vita dei propri sogni riesce più facilmente a realizzare i propri desideri mentre chi vive in uno stato di frustrazione vive sempre più spesso situazioni frustranti e limitanti.

Chi crede di valere (chi ha fiducia) ottiene riscontri concreti del suo valore, mentre chi non crede di valere (chi non ha fiducia) finisce per creare forme di mancanza e di insoddisfazione.

RAGIONIAMO IN MODO CONCRETO

Consideriamo, per esempio, due persone con le stesse qualifiche, la cui unica differenza è che una crede in se stessa e l’altra ha zero autostima. A chi credi verranno date più opportunità? Chi credi che finirà per “avere di più”? Se le due candidate si presentassero allo stesso colloquio di lavoro, chi credi farebbe più bella figura?

Che tu ci creda o no la mancanza di stima personale è visibile all’occhio umano e influenza, inconsciamente, l’impressione che si ha di una persona. E così fa anche la stima personale, che viene anch’essa “comunicata” dalla postura, dal modo di vestire, di parlare, di sorridere.

Diceva mia nonna: "non c'è mai una seconda possibilità per fare una buona impressione!"

HAI CHIARO COSA VUOI?

Se vuoi avere fiducia in te stessa devi prima definire la tua intenzione e i tuoi obiettivi. La fiducia in sè stesse non può essere un obiettivo a sé stante, ma può essere solo considerata in relazione a una motivazione che definisce il contesto in cui si vuole agire.

Prima di dire che vuoi avere più fiducia devi dunque capire cosa ti serve.

Ti serve a trovare un lavoro, conquistare un amore, viaggiare di più o semplicemente decidere di rimetterti in forma!

  • Perché proprio quel lavoro, quell'amore, quella vacanza?

La risposta che dai sarà la tua base, il tuo punto di partenza da dove costruire una fiducia reale e solida.  Così come non ci fidiamo di chi non ci ama e ci fidiamo di chi ci ama, riusciremo a fidarci di noi stessi solo quando scopriremo cosa amiamo e perché lo amiamo.

DEFINISCI LA TUA INTENZIONE

Quando la nostra reale intenzione sarà chiara, la fiducia nascerà in modo naturale.

Un ultima indicazione per ritrovare fiducia in se stesse: so che buttarsi in situazioni nuove può far paura, ma è uno dei pochi modi di mettersi alla prova, di costruire la propria fiducia sul campo. Una cosa che ripeto spesso è che scegliere una vita programmata e pianificata in ogni virgola è la cosa più rischiosa di tutte.

Ti voglio incoraggiare a trovare quello che ti piace fare e a farlo ignorando le tue incertezze e le tue paure, oppure chiederti come vincerle anziché restare nel limbo dell'indecisione!  Solo così potrai acquisire più sicurezza. Solo se scegli di trovare e poi batterti per una giusta causa, la tua causa, potrai sentire la vera connessione con la piena realizzazione e con essa la vera fiducia in te stessa.

Per fare un’impressione positiva, accattivante o attraente alla persona che abbiamo davanti, dobbiamo mantenerci sempre fedeli a noi stessi, perché la mancata coerenza è percepita come un elemento di poca fiducia e di scarsa professionalità.

SII SEMPRE TE STESSA

Segui l'intervista di domani 14 settembre ore 16.00 nel gruppo privato MICAF riservato esclusivamente a Donne e Professioniste che si stanno realizzando  in modo concreto, autentico e fiero.  https://www.facebook.com/groups/897439591041344

 

La famosa frase “sii sempre te stessa” non è un semplice cliché, è una realtà, perché sotto l’autenticità si estendono molte radici che la nutrono e le danno forma. Queste radici sono la fiducia in se stesse, una giusta crescita personale, la certezza di meritare ciò che desideriamo e un tocco di magica disinvoltura che si acquisisce poco a poco con l’esperienza.

All'evento live ECCELLENZA DONNA del prossimo 30\31 ottobre verrà dato ampio spazio alle relazioni, al come lasciare andare quello che oggi ti blocca, al vincere la paura della solitudine, al valorizzare quello che per te stessa è importante sia in ambito lavorativo che personale. La qualità della tua vita e la possibilità di ottenere risultati eccellenti è strettamente connessa alla qualità delle tue relazioni!

QUANTO E' IMPORTANTE VIVERE DI RELAZIONI CHE TI FACCIANO SENTIRE SUPPORTATA, SOSTENUTA, INCORAGGIATA, AMATA E STIMATA?

Scopri il programma Eccellenza Donna e prenota ora il tuo posto in aula!

https://chiarinigloria.it/prodotto/leccellenza-e-donna/

Gloria Chiarini - Mental coach per Donne -


Sai gestire con successo il tuo tempo?

 

LA BANCA DEL TEMPO.

Il tempo è la risorsa più democratica che esista: tutti gli esseri umani hanno la stessa quantità di ore a disposizione durante la giornata.

Immagina di avere un conto in banca sul quale ogni mattina vengono accreditati 86.400 Euro. Sì, hai capito bene: 86.400 Euro al giorno. Ogni sera a mezzanotte però la banca, da quello stesso conto, cancella qualsiasi cifra tu non sia riuscito a spendere durante la giornata. Riesci a immaginare cosa faresti ogni giorno con 86.400 Euro al giorno? Non cercheresti forse di spenderli fino all'ultimo centesimo?

In realtà tu già disponi di un deposito simile: si chiama Tempo.

Ogni giorno sul tuo conto vengono accreditati 86.400 secondi, e a mezzanotte in punto puoi considerare perso qualsiasi ammontare tu non abbia investito saggiamente durante la giornata. Non puoi andare in rosso e non puoi accumulare tempo. Non puoi chiedere anticipi o dilazioni di pagamento. Devi vivere nel presente.

Morale: investi ogni giorno i tuoi 86.400 secondi in salute, felicità e successo. L'orologio non si ferma, va sempre avanti. Non sprecare questa giornata.

 Ci sono persone che si divertono e che uccidono il tempo, nell’attesa che il tempo le uccida. - Madeleine Delbrêl -

Non è vero che abbiamo poco tempo: la verità è che ne sprechiamo molto. Da una sessione di coaching.
Che tu sia una professionista, che tu sia una collaboratrice o una donna che in questo momento è dedicata ad altro, il tempo ha la stessa valenza. Non favorisce nessuna.

Questa settimana in casa Micaf e nelle sessioni di coaching il focus è quello lavorare su strategie efficaci con l'obiettivo di facilitare una migliore gestione del proprio tempo: la risorsa più preziosa per ognuna di noi.

Se ancora hai perso tempo e hai rimandato l'opportunità di accedere gratuitamente al gruppo Micaf in cui ogni giorno pubblico contenuti formativi in favore di donne  e professioniste,  ti invito a fare il primo passo in favore del tuo tempo e ad accedere cliccando semplicemente su link:  https://www.facebook.com/groups/897439591041344

STAI DENTRO IL TUO TEMPO.

Mantra, frasi motivazionali, citazioni di guru e improvvisati guru sottolineano il valore del tempo eppure sono poche le persone che si mettono in gioco per capire come approfittare di una risorsa tanto inflazionata quanto scontata, mal spesa e sprecata.
Puoi possedere ricchezza, beni materiali, denaro in abbondanza ma se ti manca il modo per stare dentro il tempo anziché perderti fuori da esso, , ogni ricchezza è sciupata e consumata in breve tempo.

 

Eppure quando diventi grande e ti guardi indietro, la sensazione dovrebbe essere quella di avere speso fieramente ogni attimo del tuo tempo.

VIVI CON SUCCESSO IL TUO TEMPO.

CHE VALORE DAI AL TUO TEMPO?
LIBERATI E TROVA TEMPO PER TE MERCOLEDÌ 28 LUGLIO DALLE ORE 19.30 ALLE ORE 21.00.

Quante volte ti dici: "non ho abbastanza tempo?"

Di fatto, te la racconti: hai esattamente lo stesso numero di ore al giorno che hanno avuto Michelangelo, Pasteur, Madre Teresa ed Einstein.
Se pensi a tutto ciò che hanno realizzato questi geni sembra quasi impossibile che loro stessi abbiano avuto a disposizione solo 24 h al giorno come te.
TI DO UNA NOTIZIA CURIOSA...
Il tempo in quanto tale non puoi gestirlo: scorre fuori dal tuo controllo.
Se tu avessi 48h di tempo al giorno invece che 24, sarebbero sufficienti per avere il pieno il controllo della tua vita? Probabilmente no perché la riempiresti ancora più di impegni, un po’ come le nostre borse!

Ciò che puoi fare è gestire al meglio te stessa all’interno del tempo che hai a disposizione, dargli un senso e una distribuzione utile e vantaggiosa!
Che tu sia una libera professionista, una collaboratrice, una mamma, una moglie, la corsa contro il tempo incide sulla qualità dei tuoi risultati e sul tuo stato psicofisico.

La formazione che terrò all'interno del gruppo provato Micaf mercoledì 28 luglio 2021, ha l'obiettivo di darti modo per governare il tuo tempo e non farti governare diventandone schiava!

Accedendo al gruppo Micaf sei privilegiata e ti è riservata una soluzione vantaggiosa: anziché € 150.00, solo euro 70.00 per quasi due ore di formazione!

  • - Materiale didattico incluso.
    - Esercizi a casa di allenamento.
    - Monitoraggio gratuito per la durata di due settimane: sarai seguita e supportata da me nel mettere in pratica con metodo e ordine quello che in aula tratteremo in modo approfondito e professionale.

Argomenti indicativi:

  • Il valore del tempo;
  • i principi di una gestione del tempo efficace;
  • le cause della gestione inefficace del tempo;
  • le priorità e gli impegni;
  • non posso permettermi di fermarmi;
  • il lavoro vero;
  • il grado di urgenza;
  • le cose che farò...;
  • come dire di NO!

Ora tocca a te trovare il tempo per partecipare alla formazione di mercoledì 28 luglio alla ore 19.30!
Ne sei capace?
Prenotazioni limitate ad un numero di 15 iscritte.
👇
Prenota ORA il tuo posto riservato: scrivimi in privato IO HO TROVATO TEMPO PER ME!

E accedi subito al gruppo Privato Micaf per ricevere il tuo personale Bonus!  https://www.facebook.com/groups/897439591041344

Ci vediamo presto in aula.

Guadagna in tempo!
Gloria - Cell. 3282560986 - SCOPRI LA MASTERCLASS MICAF https://chiarinigloria.it/micaf/

 

 


Professione Donna al Femminile.

 

Siamo tutte imprenditrici.

Tutti siamo imprenditori di noi stessi, come ha sottolineato il premio nobel per la pace Muhammad Yunus. Ci siamo nati, così.

Tutti gli esseri umani sono imprenditori. Quando vivevamo nelle caverne, eravamo tutti lavoratori autonomi… trovare il cibo, sfamarci. È lì che comincia la storia dell’umanità. Con l’arrivo della civilizzazione, l’abbiamo soppressa. Siamo diventati “lavoratori” perché ci hanno dato questa etichetta, “siete lavoratori”. Ci siamo dimenticati che siamo imprenditori. – MUHAMMAD YUNUS

Essere start up di se stesse significa:

  • che la nostra vita è un work in progress e possiamo decidere di sfruttare ogni giorno per crescere in favore nostro e di quello che amiamo fare.
  • Per vivere appieno la nostra vita dobbiamo prenderci un impegno costante e disciplinato con la nostra crescita personale.

Quali sono i fondamenti per una imprenditrice dinamica e moderna?

START UP = CRESCITA.

Se il tuo reale desiderio è quello essere una start up, concentrati sulla crescita permanente. E' necessario:

  • identificare il proprio vantaggio competitivo;
  • sviluppare una capacità di adattamento;
  • coltivare il proprio network;
  • creare costantemente opportunità per il cambiamento;
  • assumersi il rischio.

1) Identificare il proprio vantaggio competitivo.

Identificare e coltivare il proprio vantaggio competitivo significa concentrarsi sull’insieme delle passioni che più ci è proprio e coltivare quelle competenze che si sposano con le nostre passioni e le esigenze del mercato.

2) Impara ad adattarti.

Sviluppare una capacità di adattarsi significa lavorare a un progetto mentre parallelamente gettiamo le basi per un piano B in caso le cose vadano male, e avendo già da parte un piano Z, ossia un salvagente in caso di disastro. (La nostra costante crescita personale si dimostra la sola formula vincente.)

3) Coltivare il network.

Espandere e sfruttare il proprio network è la chiave di tutto. Mentre lavoriamo ai nostri progetti di vita, dobbiamo necessariamente dedicare del tempo alle relazioni, professionali e personali.

4) Creare opportunità per il cambiamento.

Questa fase è la più stimolante: richiede innanzitutto l'essere curiose e affamate di miglioramento e di felicità.

5) Assumiti il rischio.

L’imprevedibile fa parte del processo d'impresa e l’unico modo di prevederlo è assumerti  costantemente dei piccoli rischi, così da essere pronta ad affrontare le difficoltà e governarle anziché farti governare da esse e  sprofondare nello sconforto e nella  paura facilitando un circolo vizioso dal quale poi uscirne è più difficoltoso della difficoltà stessa.

Il Micaf è Donna ed è un processo di crescita costante, tutta al femminile.

Il Micaf è nato con il preciso intento di esprimere la bellezza del mondo femminile, intesa come crescita evolutiva volta alla rieducazione e al riconoscimento delle caratteristiche naturali di ogni donna che, al giorno d’oggi, ancora troppo spesso vengono perdute o confuse. Lo scopo è consentire di sviluppare il proprio potenziale attraverso la piena consapevolezza e promuovere quello che per sé stesse è importante al di là di sensi di colpa, paura del giudizio, rabbie represse, delusioni e mancanza di un metodo concreto e misurabile. Il modo esiste e ne sono la testimonianza decine di donne che grazie al coraggio di investire in sé stesse oggi stanno rimettendo in strada la loro vita con ordine, disciplina e chiarezza.

La consapevolezza di “Essere Donna.”

Solo attraverso la piena consapevolezza di come ci si sente, si può comprendere quanto importante sia il ruolo delle donne, sia per loro stesse sia per il mondo intero. Il Micaf è un percorso concreto e adatto solo a chi ha la reale intenzione di lavorare su di sé: chiede alla donna di abbandonare modalità e stereotipi, chiede alla donna di mettersi in discussione, chiede alla donna il coraggio di essere.

È un percorso tutto al femminile, strutturato in modo da poter rispondere a tutto ciò che una donna chiede per sé.

Il Micaf è rivolto a tutte le donne che vogliono  riscoprire la loro autentica bellezza e il loro vero coraggio.

Anche io voglio “Essere Donna.”

Micaf ti guida in modo costante alla realizzazione della tua  indipendenza emotiva, alla tua auto realizzazione, ti da sicurezza, fiducia in se stesse e nei tuoi talenti, consapevolezza, equilibrio, armonia, conoscenza e maggiore consapevolezza.

Donne che hanno fatto della loro Vita un'impresa di successo.

Nata nel 1997, a soli 11 anni Malala e inizia a scrivere in un blog per conto della BBC raccontando il regime talebano. Le sue lotte per i diritti civili e il diritto all’istruzione delle donne in Pakistan la rendono subito una voce importante, tanto che nel 2012 è vittima di un attentato terroristico operato dai talebani pakistani. Nel 2014 le viene insignito il premio Nobel per la Pace. E’ la più giovane vincitrice del Premio Nobel per la Pace della storia.

Marie Curie, fisica e chimica polacca, è stata l’unica donna a vincere due Nobel, una per la Fisica nel 1903 e una per la Chimica nel 1911 e la sola, insieme a un altro studioso, a vincere due Nobel in due ambiti diversi. Fu inoltre la prima donna ad avere una cattedra alla Sorbona, prestigiosa università francese.

Tra le donne forti non poteva mancare la scrittrice diventata una delle donne più potenti al mondo. Prima di diventare una delle scrittrici più famose, J.K. Rowling viveva una vita fatta di stenti economici, di solitudine e di depressione. Harry Potter come lei stessa ha più volte dichiarato, fu scritto nelle pause pranzo oppure, quando era senza lavoro, nel pub del cognato. Una volta finito il primo libro, fu rifiutato da 12 case editrici. Ora J.K. Rowiling è una delle donne più ricche e potenti al mondo.

Rosa Parks

Nel 1955, una donna afroamericana venne arrestata perché si era rifiutata di cedere il suo posto in autobus ad un bianco. Questa donna era Rosa Parks. Il suo gesto coraggioso è stato ed è tuttora un simbolo fortissimo per tutto il movimento dei diritti civili e delle lotte per la liberazione degli afroamericani.

Bell Hooks

Una delle voci più importanti dell’attivismo attuale afroamericano è quella di Bell Hooks. Scrittrice, femminista, donna forte e attivista, i contributi di Bell Hooks nel mondo dell’attivismo politico sono stati e sono tuttora essenziali per tutti i movimenti di liberazione della comunità afroamericana.

Alexandra David-Neel

Dopo una breve carriera da cantante d’opera, Alexandra David-Neel, a 40 anni, decide di partire per l’Asia per essere la prima donna a raggiungere Lhasa, città più importante del Tibet, a piedi. Ce la fa, travestita da mendicante. Orientalista e scrittrice, i suoi libri sull’Asia ancora oggi sono un punto di riferimento per gli appassionati e gli studiosi dell’Oriente e delle sue tradizioni.

Rita Levi Montalcini

La neurologa Rita Levi Montalcini, nata a Torino nel 1903, vince il Nobel per la Medicina nel 1986. Donna di enorme ingegno e grande saggezza, da bambina è stata costretta ad emigrare in Belgio per la persecuzione razziale contro gli ebrei. Nel corso della sua lunghissima carriera e lunghissima vita, Levi- Montalcini ha dato contributi importantissimi nel mondo della medicina e della politica.

Siamo tutte imprenditrici e siamo tutte connesse al bene della Vita.

Sono donne e sono state tutte imprenditrici autentiche e coraggiose: hanno coltivato network, hanno creato opportunità di cambiamento, hanno rischiato in prima persona e hanno identificato il proprio vantaggio competitivo nella loro passione: hanno vissuto per essa e hanno deciso in modo coraggioso.

Il successo della tua vita personale e professionale è insito nella tua capacità di decidere in modo coraggioso. Percorri fieramente il tuo viaggio che è unico e insostituibile. Diversamente percorrerai il viaggio di altri rinunciando a te stessa. Accedi da subito gratuitamente a Gruppo Privato Micaf e scopri la magia del Femminile grazie alla quale se vuoi puoi vivere una vita eccellente e libera da condizionamenti esterni. https://www.facebook.com/groups/897439591041344

IN QUANTO ISCRITTA MICAF RICEVI DA SUBITO LA TUA PRIMA SESSIONE GRATUITA CON ME.

Buon lavoro - Gloria Chiarini -


Per scoprire la propria bellezza, a volte c'è bisogno di una catastrofe.

SE OGGI FOSSE IL TUO ULTIMO GIORNO DI VITA, COSA DESIDERERESTI VERAMENTE?

E se oggi ti dicessero:  "signora, la giostra si ferma. E' tutto finito."

IL POTERE DELLA VERITÀ'

Quello che mi sono sempre chiesta è:

"Gloria, se oggi fosse il tuo ultimo giorno, sentiresti di aver vissuto fieramente e coerentemente la tua vita?"

Mi sono risposta con sincerità, sempre. Non mi sono mai presa in giro. La lealtà verso me stessa, la lealtà verso noi stesse è il solo modo per onorare la nostra vita.

La verità se pur spiacevole, inaspettata e dura mi ha salvata e mi ha permesso di sviluppare la forza più potente al mondo: la propria forza interiore che conosce molto bene la verità e che alimenta la tua essenza trasformandola in coraggio, in determinazione, in consapevolezza, in sostanza vitale.

Ho coltivato giorno dopo giorno, esperienza dopo esperienza la mia forza interiore. Ho studiato come rinforzarla, come valorizzarla, come nutrirla e come trasmetterla a chi amo, clienti incluse e collaboratrici incluse (la nostra attività è lo specchio di chi siamo). Il mio mondo oggi è allineato alla mia forza interiore. E' stato un lavoro intimo, profondo e doloroso ma sapevo che grazie a questo lavoro la mia anima, il mio cuore e la mia mente avrebbero abitato la stessa casa. 

Oggi è la mia più grande alleata. E' quella forza che mi permette di decidere con coraggio, di guardare la realtà in modo oggettivo, di lasciare se non voglio stare ma che mi fa stare quando e dove voglio stare. E' la forza che mi permette di vedere dove gli occhi non vedono e di sentire dove le orecchie non sentono.

Oggi la mia forza interiore mi permette di guardare, di ascoltare e di sentire col cuore.

Grazie ad essa prendi le decisioni più difficili:  ti senti sostenuta e protetta. Ma c'è una condizione affinché tu possa scoprirla: devi essere sincera con te stessa.

Puoi mentire al mondo ma non puoi mentire al tuo inconscio, nemmeno quando te la racconti.

E così mi sono amata nella verità, ho riconosciuto la fine di due matrimoni. Io che ho sempre  creduto che l'amore è per sempre. Ho attraversato il buio della solitudine che apre una voragine senza fine. Ho guardato l’indifferenza di chi ti svaluta professionalmente sfruttandoti finché glielo permetti. Ho lasciato andare con gratitudine anni in cui i disturbi alimentari erano l'ennesimo tentativo di comunicare il bisogno d'amore a cui l'ambiente attorno era sordo. Oggi comprendo che l’ambiente non poteva sentire: mancava di strumenti e di conoscenza. La responsabilità di guarire era mia. Di nessun altro. E cosi ho iniziato lentamente a mangiare ma a mangiare con cura, con coraggio e con altrettanto dolore fisico: quando lo stomaco diventa piccino, anche un piccolo boccone di pane diventa un enorme boccone di pane eppure il  nostre copro è magico. Il nostro corpo segue le nostre intenzioni. La mi intenzione era quella di tornare a vivere e lui mi ha ascoltata. Giorno dopo giorno il pezzo di pane è diventato una fetta di pizza e dopo soli pochi mesi sedevo a tavola assaporando il gusto di una vittoria riflessa nei sorrisi delle uniche persone per le quali aveva senso vivere nella verità: i miei figli. Sono sempre stati loro il mio faro anche nelle burrasche più' buie.

I miei figli mi hanno sempre indicato la via non più facile, ma giusta.

Ho preso per mano le mie paure e mi sono riscoperta più bella di quello che avrei mai pensato. Mi sono spogliata del contorno: sono entrata dentro di me. E' stato il viaggio dello stupore. E' stato il viaggio dei cerchi che si chiudono, dei fantasmi che trovano motivo di esistere.

E' stato il viaggio dentro al mio viaggio.

DALLA CATASTROFE AL DONO

L'imprevedibile spesso cambia le nostre vite. E tanto più accogli l'imprevedibile, tanto più trasformi la tua vita nel tuo incantesimo.

A volte la sensazione è quella di aver vissuto tante vite, ognuna di esse ricche, intense e allo stesso modo strette e limitanti. Fino ad oggi: oggi vivo con entusiasmo e condizionata dal futuro che sto creando. Oggi mi sveglio ogni giorno come se fosse il primo giorno di un a vita che mi appartiene e che ho plasmato con le mie mani, con le mie decisioni, con le mie scelte e con la ferma rinuncia di vivere  vite che non mi appartengono.

Guardo le fotografie che gelosamente conservo. Sono attonita, stupita e chiaramente fiera dei cambiamenti che hanno guidato passo dopo passo la salita di un'esistenza  che lascia ampio spazio alla gratitudine.  Quante volte ti chiedi: perché tutte a me? Perché nessuno mi capisce? Perché  è così difficile? Quante volte vorresti prendere quella decisione che sai essere giusta per te, ma sei bloccata dalla paura e dalla poca fiducia in te stessa? Ti capisco. La paura mi ha tenuta sveglia tante notti. Ricordo una notte in particolare. Erano i giorni in cui avevo comunicato la decisione di divorziare. La mia professione era da poco avviata. Da un anno avevo superato con orgoglio l'esame del master di studi al quale avevo delicato mesi d’intenso lavoro. I miei figli erano entrambi studenti universitari e all'epoca senza alcun lavoretto che permettesse loro di alleggerire i costi che comporta un percorso universitario. Fissavo il soffitto e le lacrime rigavano le mie guance senza sosta. La sensazione era di profonda stanchezza.  La coerenza è sempre stata forte nelle mie decisioni. Non avrei potuto tradirmi.  Sapevo che la vita mi avrebbe aiutata e mi avrebbe mostrato la strada e cosi fu ma questo è un altro capitolo.

Ora ripensando a quella notte sento aprirsi un sentimento di gioa e rimango incantata difronte a tanto coraggio: il coraggio che mi diede quella forza interiore che sin da giovane avevo protetto, ascoltato, e alimentato con fiducia.

 

LE DELUSIONI SONO SOLO PARTE DEL VIAGGIO: PUOI SOLO DECIDERE DI ATTRAVERSARLE FACENDO SPAZIO ALLA TUA BELLEZZA.

Le delusioni non puoi evitarle: ti colgono di sorpresa, mettono disordine in un apparente equilibrio e fanno luce ad una realtà spesso sbiadita e sopravvalutata. Le delusioni ti sfidano ma diventano amiche se le accogli, le guardi, le respiri, le annusi e le prendi per mano. Quando sai come abbracciarle impari a trasformarle in forza e puoi accedere ad uno stato superiore: lo stato di coscienza che ti porta verso nuove opportunità.

E' l'inizio della tua libertà emotiva e mentale.

Il segreto sta nel conoscere profondamente se stesse, nel sentirti libera dalle aspettative e nel tutelare ogni giorno la tua  autostima e la fiducia in te stessa.

E' FONDAMENTALE CHE TU MANTENGA VIVO IL DESIDERIO DI DESIDERARE.

Ho imparato che la vita è IL viaggio e che nessuno può indicarti le coordinate che  ti portano alla meta. E forse la meta è proprio la mancanza di una meta finale. La magia del mio viaggio è esattamente la mancanza della meta: salgo con curiosità sui treni che mi piacciono. Godo di ogni tappa e la sensazione è di grande stupore per la vastità di un territorio chiamato Vita e che esiste dalla notte dei tempi. Conosco nuove persone che mi arricchiscono e lascio un pezzo di me in ognuna di loro con la ferma intenzione di arricchirle allo stesso modo. Questo è  il SENSO del mio viaggio:portare luce, ricchezza e gioia nelle vite altrui. E' un viaggio che ho voluto, che ho cercato e quando l'ho trovato ho fatto ogni tipo di sacrificio per comperare il biglietto. E' il viaggio nel viaggio: quello per cui  50 anni fa ho scelto di abitare questa vita. Mi auguro di non arrivare mai a destinazione.

 

Tutte, prima o poi rimaniamo deluse: come difendersi?

Il fatto che la delusione sia inevitabile nella vita non deve spaventare. Anzi, questa consapevolezza aiuta a non considerare la delusione un nostro insuccesso personale, come se ne fossimo responsabili per nostra incapacità. Difendersi dalla delusione significa prima di tutto non esporsi troppo al rischio. Come? Mantenendo sempre il contatto con la realtà, nutrendo aspettative realistiche, imparando a conoscersi bene. La conoscenza di se stesse è alla base di un buon rapporto con la realtà.

Essere coscienti dei nostri limiti come del nostro potenziale. Proteggerti significa saper reagire e il primo passo consiste nell'alimentare la propria autostima coltivando la tua energia vitale.

Riassumo i 4 comandamenti della delusione:

  • da sola non resterai (parla, confidati, esci).
  • Fiduciosa (resisti alla perdita dell'autostima).
  • Paziente (sii consapevole che la delusione è anche un percorso, che ci vuole tempo per superarla. Questo accelera la "guarigione").
  • Coraggiosa ( continua a fare, inizia nuove attività, guarda in alto e non in basso, davanti e non dietro).

Amicizia, amore, lavoro, quale delusione brucia di più?

Come trasformare una delusione in energia vitale?
Principalmente facendosi coraggio e attingendo alle proprie risorse mentali: guardando "altrove", scegliendo di percorrere altre strade, cercando di rinnovarsi, pensando che si farà meglio la prossima volta. Ogni caduta è stata l'opportunità per dirmi che quando mi fossi rialzata sarei stata più capace, più sicura, più forte e cosi è stato. Se già dall'inizio non ti perdi d'animo, allora eviti il drastico calo di umore che spesso accompagna la delusione. L'energia vitale farà il resto. Trasformare la delusione in slancio vitale significa non restare aperta al desiderio.

La trasformazione della delusione in un processo vitale in realtà è la mutazione del dolore, la sua "sublimazione" in un atto creativo: "creare" te stessa, consapevole che sei l'artefice della tua vita.

Ero bionda. Avevo un impiego sicuro come ragioniera amministrativa. Mamma e moglie di un imprenditore affermato. E allora cosa stonava in tutto ciò? La mia anima urlava libertà e già sapeva cosa era buono per me: dovevo solo trovare il coraggio di occupare il mio posto nel mondo. Avevo paura ma la vita mi ha messo alle strette: la scelta era se vivere nella verità o adattarmi ad una verità dettata dal contesto e condizionato dai sensi di colpa e dalla paura del giudizio: ho rinunciato a ciò che non era buono per me e che mi teneva al buio in cambio di un raggio di sole.

 

Oggi quel sole illumina la mia camera, il mio ufficio, la mia vita ogni giorno. Oggi la mia anima vive in me e nella vita di tutte le donne che accompagno nella loro rinascita.

E più bella cosa non c'è.

SE OGGI FOSSE IL TUO ULTIMO GIORNO DI VITA, COSA DESIDERERESTI VERAMENTE?

  • Cosa desideri veramente?

  • Cosa ti motiva tutte le mattine a fare quello che fai?

  • Qual è il tuo obiettivo, scopo nella vita?

Se sai perfettamente cosa desideri, hai la mappa della tua vita sulla quale fissare le tue coordinate.

Buon Viaggio. Gloria.

 


L'incantesimo del marketing in casa Micaf

 

L'INCANTESIMO DEL MARKETING IN CASA MICAF.

C'era una volta,...

C'era una volta una terra fatata e molto popolata: la terra magica del marketing. Era una terra ambita da tantissime creature ma pochissime principesse vivevano con successo e in ricchezza. La terra del marketing era bella, luminosa, abbondante, colorata, profumata e con infinite possibilità: era il regno delle possibilità!

E allora come mai pochissime principesse vivevano ricche e felici?

Il motivo era molto semplice: non ne conoscevano oppure sottovalutavano insidie e pericoli. Avevano paura di perdere il loro posto! Influenzate da questa paura zampettavano ogni giorno, si cimentavano in mille acrobazie provando, copiando o imitando chi invece aveva costruito palazzi sfarzosi e lucenti: speravano di fare lo stesso.

Ma la speranza non è mai una strategia vincente.

Loro non se ne rendevano conto: giocavano a mosca cieca!

Bendate dalla paura di tornare alla vecchia vita, di restare sole e di invecchiare senza realizzare i propri sogni, sfuggiva loro la visione del processo che avevano scelto con tante speranze, perdendo le infinite sfumature di una terra che si muove ed è sostenuta da ordine, disciplina, metodo e strategia.

Tantissimi erano i pilastri della terra del marketing: brand, target, content marketing, social media, comunicazione,  price, place, promotion, etc.

Trascurare o sottovalutarne solo uno implica il fallimento e ti condanna ad una vita faticosa e con scarsi risultati.

IL POTERE DEL CONTENUTO O CONTENT MARKETING.

Un pilastro fondamentale per abitare con successo la terra del marketing, è la capacità di scrivere contenuti efficaci.

Devo confidarti  che tantissime principesse scrivevano fiumi di parole, ma basta scrivere?  Se così fosse sarebbero tutte ricche e felici! Ecco perché prima di scrivere un articolo, un copy, un'inserzione o prima di registrare un video, è necessario che tu sappia per chi stai scrivendo. E' necessario che tu faccia un'analisi analitica e che tu conosca il tuo pubblico

Ti faccio un esempio concreto.

 

Mettiamo che voglia spiegarti una regola della grammatica italiana: perché prima di -B e di -P ci vuole la M e non la N (come nella parola Bambino o Campo)?

1 - Posso raccontarti che la signora N lavorava per due signori, B e P, che erano molto esigenti. Siccome la signora N aveva solo due gambe, non riusciva a esaudire tutte le richieste di B e P e venne licenziata. Al suo posto venne assunta la signora M, che avendo tre gambe era molto più veloce e riusciva a soddisfare i signori. Da allora, M rimase sempre con B e con P.

2 - Oppure ti spiego che l’origine di questa regola è di derivazione fonoglottologico: pronunciando un suono nasale seguito immediatamente da un suono labiale senza interruzione di aria tra i due foni, il movimento di avvicinamento delle labbra in seguito al suono nasale dà come risultato la formazione naturale del suono [m].

La prima spiegazione è quella insegnata da una maestra in terza elementare, una storiella che annoierebbe chiunque abbia più di 7 anni di età. La seconda invece è un appunto che ho letto relativo ad un corso di glottologia e probabilmente non aiuterebbe molte persone che non hanno fatto studi linguistici a capire la regola.

Perché ti ho raccontato questa storia?

Voglio dimostrarti che conoscere coloro ai quali ti stai rivolgendo è di vitale importanza per sapere con esattezza come farti conoscere e come scegliere le parole da utilizzare. La terra del marketing è abitata da tantissime persone, di ogni nazionalità, ceto sciale, sesso, età e credo.

LA SPERANZA NON E' MAI UNA BUONA STRATEGIA!

https://chiarinigloria.it/imprenditrice/

Se hai poca chiarezza su chi ti legge o chi ti ascolta, aspettarti di presentare i giusti argomenti che possono davvero interessare e farti notare in una terra tanto vasta equivale a sognare. E' vero che a noi principesse piace sognare ma a questo punto devi decidere se trasformare i tuoi sogni in modo concreto o restare semplicemente una bravissima sognatrice! Ad ognuna di noi piace leggere qualcosa di personalizzato, qualcosa scritto esattamente per noi, qualcosa che risolve un nostro problema specifico.

Se ti manca il metodo per capire come rivolgerti esattamente al tuo cliente buyer, sarà molto difficile catturare il suo interesse in modo costante.

Per fare un salto di qualità ti serve una strategia di qualità.

Per creare dei contenuti potenti, che facciano percepire l’alta qualità del tuo prodotto/servizio e che ti ripaghino delle risorse che investi, sia in termini di tempo che di denaro, è di fondamentale importanza che tu abbia un metodo per disegnare l’ identikit del tuo lettore ideale.

Nella terra del gruppo Micaf hai la reale possibilità di ricevere la tua prima sessione gratuita con me: facciamo una pre-analisi della tua attività e scopri come il metodo Micaf ti da strategia, strumenti e affiancamento costante grazie ad una personal coach che ti guida passo dopo passo mentre ti posizioni in modo vincente nella terra meravigliosa del marketing e del digital marketing!

Tutto è strettamente costruito in modo autentico e sviluppato al Femminile: nel tuo essere donna il tuo punto di forza!

Accedi gratuitamente al gruppo privato Micaf e scopri il meraviglioso mondo del marketing al Femminile!

https://www.facebook.com/groups/897439591041344

Ecco alcuni spunti utili per fare il primo passo in una terra tanto complessa quanto desiderata.

  • Quanti anni ha?
  • È maschio o femmina?
  • Dove abita?
  • Quali sono i suoi desideri? Quali sono le sue paure?
  • Quali sono i suoi problemi?
  • Cosa cerca online per cercare di risolvere i suoi problemi?

 

Rispondi per iscritto a queste domande, crea un identikit più o meno dettagliato del tuo cliente buyer: dagli un nome.

1- Ogni volta che crei un contento scritto o video, rivolgiti esattamente a questo avatar che hai creato, a questa persona-tipo.

2 - Come seconda cosa altrettanto importante, devi avere sempre bene in mente qual è lo scopo del tuo messaggio: tradotta in linguaggio business, devi avere chiara la cta (call to action).

Di questo ne parleremo nei prossimi giorni sempre nel gruppo privato Micaf

Solo conoscendo e prevedendo i pericoli di una terra tanto complessa, puoi realmente vivere felice e guadagnare tempo e soldi!

Tu che principessa vuoi essere?

SCOPRI LA MASTERCLASS MICAF https://chiarinigloria.it/micaf/

 

Gloria Chiarini   - Scrivimi e ricevi la tua prima sessione gratuita con me!   Mail angyriki@live.it - cell. 328 2560986